Bilinguismo  Per  E

Scopri semplici step specifici per età per stimolare la #TargetLanguage del tuo bambino.

1 mese

Quando il tuo bambino a un mese, leggi per lui. Leggi tanti libri, tutti diversi.

 

Leggi con passione ed entusiasmo. Leggi tutti i giorni e introduci la lettura nella routine del bambino. Così facendo insegni al tuo bambino a collegare i libri ad un gesto d'amore. La lettura diventa simbolo di tempo condiviso e di attenzione.

 

Ancora prima di leggere per insegnare a sognare, per stimolare l'immaginazione e per arricchire il lessico, impariamo a leggere per amore della lettura.

 

💡 Leggiamo in #TargetLanguage con naturalezza per comunicare al bambino che quella è la nostra lingua ed è naturale usarla per la nostra routine.

💡 Leggiamo in #TargetLanguage per abituarci a leggere ad alta voce e di fronte al nostro bambino.

💡 Leggiamo in #TargetLanguage perché sia naturale leggere ed avere libri anche in questa lingua.

2 mesi

Ma quanto è cresciuto il tuo bambino? Ora ha due mesi e ama sentire la tua voce, quindi non stancarti mai di parlargli.

 

Questo è il momento perfetto per iniziare a parlare COL tuo bambino in #TargetLanguage. Crea con lui dei dialoghi e lasciagli il tempo di rispondere. Goditi ogni sua reazione e nuova espressione!

 

Puoi parlare di qualsiasi cosa, ma assicurati di scandire bene le parole. Inoltre utilizzare delle frasi semplici e ripetitive con le quali il bambino possa familiarizzare è molto utile. Per esempio, puoi chiedere "Who's mama's big love?" ed in risposta avrai un bellissimo sorrisone.

 

Quando parli col tuo bambino, ricorda di concentrarti solo su di lui e fai in modo che il tuo viso gli sia sempre ben visibile.

4 mesi

Il bambino ha 4 mesi e porta qualsiasi oggetto alla bocca. Le sue labbra sono molto sensibili (più delle dita) e gli consentono di scoprire più efficacemente come sono fatte le cose che lo circondano.

 

Descrivi ogni oggetto che il bambino tocca con aggettivi sensoriali e colori. Com'è la palla? Liscia o ruvida? Calda o fredda? Rossa o blu?

 

Ti può aiutare preparare una breve lista degli aggettivi più comuni.

9 mesi

Il bambino ha 9 mesi e ti chiede di ripetere tutto.

 

Organizza per lui un'area giochi ordinata e semplice. Disponi pochi giocattoli e pochi libri su mensole basse che il bambino possa raggiungere senza difficoltà. E poi lascia che sia il bambino a scegliere.

 

Leggete le stesse storie all'infinito e approfittane per sviluppare una narrazione sempre più coinvolgente: dai voce ai personaggi, mima le azioni e descrivi le immagini.

 

Giocato con gli stessi giocattoli e, mentre il bambino impara, descrivi le sue azioni e ciò che accade al giocattolo.

 

Mantieni una routine quotidiana che dia sicurezza e tranquillità al bambino.

 

Soprattutto, assicurati che anche la #TargetLanguage sia una routine (soprattutto se non ha scelto OPOL): sfruttala per le stesse azioni e gli stessi momenti della giornata.

 

#bilinguismo #bilinguismoinfantile #bilinguismodallanascita #bilinguismoperetà

15 mesi

Il bambino ha 15 mesi e si sente grande, forte anche della sua indipendenza motoria.

 

Gli piace seguirti e imitare le tue azioni quotidiane.

Stai bagnando i fiori? Li vuole bagnare anche lui.

Stai passando la scopa? Vuole passarla anche lui.

E così via.

 

Purtroppo però al bambino mancano ancora delle capacità motorie che gli permetterebbero di completare in maniera soddisfacente queste azioni. Tu però puoi aiutarlo!

 

Un esempio? Se gli dai il tuo innaffiatoio, esso sarà troppo grande e pesante per lui. Se gli da un innaffiatoio piccolo però lo svuoterà completamente in un singolo vaso e così rischierai di rovinare la pianta e trovarti la casa allagata!

 

Soluzione ▶️ dagli un piccolo innaffiatoio e riempilo esattamente con la quantità di acqua che serve per un vaso specifico.

 

E così con le altre faccende.

 

Assicurati inoltre di descrivere ogni passaggio (sì, anche il più banale) in #TargetLanguage , così che il bambino possa ben capire cosa c'è da fare.

 

Esempio:

1️⃣ It's time to water the big plant in the corner. Can you see it?

2️⃣ Come with me and bring your watering can.

3️⃣ (As you fill it) That big plant will need all this water.

4️⃣ (In front of the plant) Now let's carefully and slowly pour all the water in the vase.

5️⃣ This is a job well done!

4 anni

Il bambino ha 4 anni e il mondo misterioso delle lettere lo incuriosisce*.

 

Quando il suo interesse è manifesto, possiamo iniziare ad introdurre le prime lettere in #TargetLanguage.

 

Ecco una semplice attività per imparare attraverso l'osservazione e il gioco:

 

🟥 Prendi delle letterine tridimensionali (in plastica o in legno).

🟧 Prendi un foglio e scrivi una parola con caratteri grandi come le letterine.

🟨 Seleziona le letterine che serviranno a comporre la parola.

🟩 Invita il bambino a sovrapporre le letterine per ricreare la parola.

🟦 Se possibile, predisponi davanti al bambino gli oggetti di cui state scrivendo i nomi e, una volta composta la parola, invitalo a trovare l'oggetto corrispondente.

 

Esempio pratico (in inglese): preparo tre fogli (o tre lavagnette). Le tre parole sono: Sara (nome della bambina), egg e house. Preparo tre scatoline, ciascuna con le lettere necessarie per ciascuna parola. Preparo i tre oggetti: una foto della bambina, un ovetto di plastica e una casetta.

Chiedo alla bambina di scegliere una parola. La bambina sceglie egg. Leggo lentamente la parola con lei. Le do quindi la scatolina con le lettere necessarie. Do il tempo alla bambina di comporre la parola. La rileggiamo insieme. Invito quindi la bambina a trovare l'oggetto corrispondente.

Ti consiglio di iniziare dal nome del bambino e poi creare parole semplici e brevi.

 

Imparare a leggere in #TargetLanguage può sembrare una sfida impossibile per l'educatore, ma per il bambino è naturale (proprio come per la lingua madre).

L'importante è dividere chiaramente i momenti dedicati all'una e all'altra lingua e possibilmente anche utilizzare materiali diversi.

 

*Ogni bambino sviluppa interesse per lettura e scrittura ad un età diversa. E' importante essere pazienti ed aspettare che sia il bambino a richiedere queste attività e non forzare i tempi.

1 mese

Il bambino ha un mese ed il suo cervello è in fermento cercando di capire il mondo che lo circonda.

 

E' un momento fantastico per stimolare la #TargetLanguage. Come? Parlando!

 

Parla al tuo bambino di qualsiasi cosa. "La mamma sta prendendo il latte dal frigo per preparare una torta". Oppure "questo è un buon momento per uscire perché c'è il sole e non c'è vento". Insomma, puoi e devi parlare davvero di qualsiasi cosa.

 

Anche se all'inizio ci si deve fare l'abitudine, parlare col bambino è utile sia a te che a lui.

Infatti, mentre il bambino impara che la #TargetLanguage è una lingua naturale che fa parte della sua routine, tu ti eserciti a vivere la quotidianità in una lingua che fino ad ora hai usato in maniera diversa. E fidati, è più facile ora che il bambino ti ascolta, ma ancora non è in grado di farti mille domande!

 

Parla piano, scandisci le parole è usa un tono di voce che il bambino possa sentire (no, non ti devi assolutamente vergognare della tua #TargetLanguage, quindi non c'è bisogno di sussurrare).

3 mesi

Il bambino ha 3 mesi e ama sentirti cantare.

 

Prepara una selezione di canzoncine in #TargetLanguage e imparale per lui. Ti serviranno alcune ninne nanne ed alcune canzoncine per la giornata.

 

Tra le melodie più adatte, sono molto utili:

✔ canzoni che si accompagnino alla vostra routine (vestirsi, fare il bagnetto, etc)

✔ canzoni con suoni divertenti per ridere insieme (nella vecchia fattoria, per esempio) e ballare

 

Canta sempre coinvolgendo il bambino e, quando possibile, animando le canzoni con gesti o accentuando dei suoni particolarmente buffi.

6 mesi

Il bambino ha 6 mesi e sviluppa sempre maggior interesse per le storie che leggi.

 

E' il momento perfetto per coinvolgerlo nella lettura! Scegli per lui libri cartonati che possa facilmente maneggiare e evita quelli di carta, con la quale è facile che si tagli.

 

Cerca anche dei libri che possano avere degli stimoli tattili così che il bambino possa partecipare alla lettura.

 

Scegli storie brevi (2-3 minuti) che rispettino i tempi del tuo bambino.

 

Leggete spesso e lascia i libri su ripiani bassi. In questo modo il bambino può accedere con facilità alle sue storie preferite.

1 anno

Il tuo bambino ha un anno. Spesso usa il suo ditino per indicarti l'oggetto del suo interesse. Stimola ed arricchisci la sua #TargetLanguage nominando chiaramente l'oggetto (o la persona, l'evento, ect.) indicato poi inseriscilo in una frase per contestualizzarlo. Parla chiaramente e scandendo le parole. Esempio: Car. That is a red car. Can you see how fast it's moving?

2 anni

Il bambino ha 2 anni ed è importante che impari a riconoscere forme, colori e misure. Sì, anche in #TargetLanguage.

 

Quotidianamente dedicate del tempo a giocare con oggetti simili, ma di colori diversi. Uno strumento molto utile è il Duplo®. Ecco alcune semplici attività da svolgere col tuo bambino.

 

🎨 Metti davanti al bambino 4 o 5 blocchi di colori diversi e poi chiedi al bambino di passarti quello di un colore specifico (Please, could you give me the green block? Thanks).

 

🎨 Metti davanti al bambino 3 blocchi di misure diverse e chiedi al bambino di metterli in ordine dal più piccolo al più grande e viceversa (Please, could you first place here the smallest block? Very well! Now let's add the medium one... e così via).

 

🎨Inverti il gioco e chiedi al bambino di domandarti i mattoncini di cui ha bisogno. (Please, tell me which color you'd like now). Ogni tanto commetti un errore e osserva la reazione del bambino. Se coglie l'errore, fatevi una bella risata insieme! Se non lo nota, intervieni gentilmente (Whoops, I gave you yellow instead of red).

 

Sviluppare le capacità del bambino anche in #TargetLanguage permette al bambino di avere la stessa sicurezza ed indipendenza linguistica in tutte le lingue che conosce!

2 mesi

Il bambino è curioso e desideroso di scoprire il mondo. Noi siamo le sue guide.

 

Descriviamo (parlando lentamente e scandendo bene le parole) tutto il suo quotidiano. Nessuna descrizione è troppo semplice. Nessun input troppo banale.

Esempio: mentre cuciniamo, diciamo "Hey, mom is making lunch. First I need to get a box of pasta from the pantry. Uhm... I'll get the blue one with penne today". E così via.

 

Usiamo un linguaggio naturale, come se il bambino comprendesse già ogni singola parola.

 

Ripetiamo queste descrizioni ad ogni occasione.

 

In base al tuo livello linguistico, questo è un esercizio molto prezioso anche per te. Infatti in questo momento hai la possibilità di ripetere questi monologhi giorno dopo giorno e rafforzare il tuo lessico legato alla quotidianità. Questo esercizio ti aiuterà a sviluppare sicurezza nell'uso della #TargetLanguage.

3 mesi

Il bambino ha 3 mesi ed il momento del bagnetto è tra i più divertenti della giornata.

 

E' anche l'occasione perfetta per scoprire i nomi di tutte le parti del corpo. Come? Ecco alcune semplici idee:

 

💦prendi una spugna e descrivi la parte del corpo che stai lavando: now let's wash this little foot!

💦trova una canzoncina del bagnetto e cantala ogni volta che lavi il bambino. Le canzoni migliori sono quelle che puoi animare!

💦acquista un libro del bagnetto (di quelli imbottiti in plastica) e leggetelo ad ogni bagnetto.

 

La chiave del successo è la ripetizione: crea un rituale del bagnetto che si possa ripetere ad ogni bagnetto. Cerca anche parole con suoni interessanti e ripetile costantemente. Per esempio, Miss D amava "lather, lather, lather, squish, squish, squish" ogni volta che lavava le manine o i piedini. Ovviamente il tutto era accompagnato dalle nostre azioni (lather: creare schiuma, squish: il suono delle manine piene di sapone).

7 mesi

Il bambino ha 7 mesi, ama muoversi e scoprire ciò che lo circonda. Inizia anche a riconoscere certe parole.

 

Gioca col bambino aiutandolo a sviluppare motilità e linguaggio con questa semplice attività.

 

Metti il bambino sul un tappeto o su un'altra superficie morbida e posiziona 2 o 3 oggetti leggermente fuori dalla sua portata.

 

Chiedi al bambino " Where's your teddy bear?" o "Where is the ball?" e dagli tempo di andare a prendere gli oggetti richiesti.

 

Con questa attività:

✔ incoraggi il bambino a muoversi in autonomia

✔ lo aiuti a collegare il nome all'oggetto

 

 

⚠ assicurati che la tua casa sia un ambiente sicuro così che il bambino possa esplorarla in tutta sicurezza!

1 anno

Il bambino ha un anno e ogni giorno fa nuove conquiste in campo linguistiche (anche se non sempre sa già parlare).

La sua comprensione della #TargetLanguage progredisce quotidianamente e con essa la sua sete di sapere.

 

Il bambino ha bisogno di sentirci parlare il più possibile, così da poter soddisfare il proprio bisogno di nuove conoscenze. Il bambino necessita di poter meglio comprendere il mondo attorno a sé.

 

Parla con lui lentamente e scandendo le parole, descrivi tutto quello che fate e ciò che vedete.

 

Presta attenzione ai suoi interessi (che a questa età cambiano molto rapidamente) e cerca delle storie a tema.

 

Leggi ad alta voce e invita il bambino a partecipare alla lettura, per esempio indicando le immagini legate a ciò che leggi.

 

#bilinguismo #bilinguismoinfantile #bilinguismoperetà #bilinguismodallanascita

3 anni

Il bambino ha 3 anni ed il suo intero corpo è costantemente attivo cercando di affinare le proprie capacità motorie.

 

Il bambino colora, intreccia, infila, indica, afferra, lancia, scaglia, raccoglie... non si ferma mai!

E questo è il momento per imparare a descrivere al meglio ogni suo gesto. Che differenza c'è tra grab, grasp, seize & take? Quale descrive meglio il suo afferrare i pastelli?

Il bambino runs, darts, dashes or races? Quale descrive meglio sia l'azione che l'intento?

Sviluppare un linguaggio descrittivo preciso è utile linguisticamente (per noi, per il bambino, per la comprensione linguistica in generale) ed è fondamentale anche a livello motorio.

A livello linguistico, aiutare il bambino a conoscere questi verbi nel momento i cui sta sviluppando le azioni significa insegnargli qualcosa di concreto, delle parole reali che in altro contesto sarebbe astratte.

A livello motorio, poter illustrare una nuova attività descrivendo con precisione il tipo di azione/i richiesta/e per completarla rende l'intero svolgimento più semplice e preciso.

Quindi... armati di 📘dizionario dei sinonimi e inizia appena possibile a ricercare le parole che più spesso descrivono le azioni quotidiane. Scopri se ne esistono dei sinonimi più descrittivi e inizia gradualmente ad introdurli nella tua dialettica quotidiana.

Il sito  è proprietà di MG Professional Linguistic Services

di Galli Marta - C.F.: GLLMRT90H47E507G P.Iva: 03269980136