• Marta

Due è meglio che una


Ieri sera l'ennesima persona si è avvicinata a me mentre stavo parlando in inglese a mia sorella dicendomi: "Ma poverina, non vede come la sta stressando? La lasci parlare italiano anziché sforzarla a fare una cosa così innaturale".

Io ho sorriso e me ne sono andata (ti sembra una persona con cui ragionare?), ma nel frattempo mi è venuto in mente uno studio della NUS (National University of Singapore). Adesso vorrei condividerlo con te ed invitarti a stamparlo e a leggerlo a tutti quelli che ti considerano una torturatrice/ un torturatore medievale solo perché hai deciso di crescere un bambino bilingue.


Eccolo.

Lo studio, diretto dal Professore Associato Leher Singh del dipartimento di psicologia, ha dimostrato che l'apprendimento di due lingue dalla nascita aiuta i bambini a padroneggiare con maggior facilità le regole di ciascuna lingua.

Questi risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica online - Frontiers in Psychology nell' Aprile del 2016 (link nelle note).

Eccone un breve riassunto.

Lingue: inglese e mandarino.

Osservazione sulle lingue: molto diverse. In inglese l'intonazione non cambia il significato delle parole, ma in mandarino sì.

Lo studio ha coinvolto 72 bambini tra i 12 e i 13 mesi di età, cioè nella fascia nella quale stavano iniziando ad apprendere nuovi vocaboli.

Durante gli esperimenti, quando i ricercatori parlavano i bambini Anglo-Mandarini in inglese, i bambini ignoravano il tono al momento dell'apprendimento dei nuovi vocaboli, mentre rispondevano al cambio di tono quando stavano imparando nuove parole in mandarino.

Allo stesso tempo, i bambini monolingue mandarini non mostravano la stessa capacità di riproduzione di tono fino a circa sei mesi dopo i loro coetanei bilingue (cioè all'età di 18 mesi).

Questo ci fa pensare che i bambini bilingue avessero già sviluppato una conoscenza profonda del sistema di toni della lingua mandarina, mentre i loro coetanei monolingue no.

All'introduzione di nuove parole, i bambini anglo-mandarini hanno mostrato maggior rapidità di apprendimento rispetto ai bambini mandarini, apprendendo parole in entrambe le lingue in maniera più efficace.

** Altre scoperte interessanti

Assoc. Prof. Singh spiega inoltre: "Le nostre scoperte mostrano che una maggior esposizione ad una sola lingua non è necessariamente meglio per i bambini. Ciò che ha portato a prestazioni migliori nell'apprendimento del mandarino era l'essere cresciuti bilingue, con esposizione sia all'inglese che al mandarino anziché esclusivamente al mandarino. Questa è una nuova scoperta, ed il primo studio che mostra un apprendimento linguistico accelerato per i bambini bilingue, suggerendo fortemente che i bambini non sono ostacolati dall'apprendimento di due lingue molto diverse".

Fonte: Materials provided by National University of Singapore.

Note: il contenuto è stato modificato e tradotto.

Journal Reference:

  1. Leher Singh, Felicia L. S. Poh, Charlene S. L. Fu. Limits on Monolingualism? A Comparison of Monolingual and Bilingual Infants’ Abilities to Integrate Lexical Tone in Novel Word Learning. Frontiers in Psychology, 2016; 7 DOI: 10.3389/fpsyg.2016.00667

#bilinguismo #vantaggi #ricerche

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Il sito  è proprietà di MG Professional Linguistic Services

di Galli Marta - C.F.: GLLMRT90H47E507G P.Iva: 03269980136