• Marta

La TV per stimolare il bilinguismo


Miss D, here 8 years old, watching Liberty's Kids

Il #bilinguismo è un percorso spesso affrontato in famiglia con uno dei genitori che si prende carico di proporre una lingua differente da quella normalmente parlata nel proprio paese. Questo approccio, per quanto utilissimo, offre al bambino una sola fonte di #TargetLanguage.


Una lingua però si compone di tanti accenti, parlate e modi di dire. Ogni utilizzatore della lingua unisce questi elementi in maniera differente, usa svariate velocità di parlata e si esprime con parole diverse.


Come possiamo quindi aiutare i nostri bambini bilingue che crescono in Italia e hanno solo noi come riferimento di Target Language ad avere orecchio per tutte queste sfumature linguistiche? Con supporti audio/visivi!


Nel dettaglio, oggi vorrei soffermarmi sul ruolo vitale del piccolo schermo che, se usato con buon senso, è uno strumento insostituibile.


Dove trovare i cartoni?

Prima di mettere il bambino davanti alla tv è buona regola guardare almeno un paio di episodi della serie scelta da soli e decidere se contenuti e linguaggio sono consoni. Io personalmente prediligo i cartoni su YouTube Premium, Netflix e Amazon Prime perché mi evitano il problema della pubblicità e hanno una buona varietà linguistica.


Selezione linguistica

Quando scegliamo una nuova serie dobbiamo tener conto del livello linguistico della stessa. Tale livello dovrebbe essere sempre bilanciato rispetto a quello del bambino, così da offrire un programma coinvolgente ed interessante. Se invece optiamo per programmi eccessivamente complessi, il bambino si sentirà frustrato ed irritato. Per complicare le cose, a ciò rischiamo che segua un rifiuto della lingua.


Quando siamo davvero agli inizi con la Target Language, meglio un cartone che proponga solo un paio di paroline, si basi sulle immagini e sia facile da seguire, per esempio Masha & the Bear. Introducendo quelle parole prima della visione del cartone e lasciando che il bambino si diverta seguendo una trama più illustrata che parlata, faremo sentire il nostro piccolo più a proprio agio con la nuova lingua e gli trasmetteremo un grande senso di confidenza.


A quel punto potremo lentamente progredire verso cartoni più complessi (per esempio Peppa Pig) per poi arrivare a proporre qualsiasi tipo di programma.


I contenuti

Mano a mano che il livello linguistico del bambino cresce, la scelta di cartoni a nostra disposizione aumenta. Ecco quindi che la selezione dei contenuti diventa sempre più importante.


Per sfruttare al massimo il tempo speso di fronte alla tv, consiglio programmi educativi ed informativi. Tra i nostri preferiti ci sono:

  • "The Cat in the Hat knows a lot about That" (serie enciclopedica)

  • "Liberty's Kids" (serie sulla Rivoluzione Americana)

  • "Little Einsteins (informazioni artistiche e culturali)

  • "Once Upon a Time..." (serie estremamente informative, divise in video sul corpo umano, sugli esploratori e sulla storia e facilmente reperibili su YouTube).


Per un intrattenimento più soft raccomando:

  • "If you give a Mouse a Cookie" che potete trovare su Amazon Prime;

  • "Geronimo Stilton" non so come descriverlo, ma Miss D lo adora, quindi è consigliatissimo;

  • "Sofia the First" dolce e sempre intenta a compiere opere buone.


Il tempo

Oltre allo sviluppo linguistico dobbiamo sempre tenere a mente lo sviluppo psico-cognitivo del bambino e bilanciare l'esposizione alla televisione di conseguenza.


Noi abbiamo bilanciato la TV in questo modo:

  • dai 10 a 15 minuti al giorno dai 2 ai 4 anni;

  • dai 15 ai 30 minuti al giorno dai 5 anni in su.


Certo, ogni tanto qualche eccezione la facciamo, soprattutto quando vogliamo guardare un grande classico, tipo "The Lion King", ma di regola questi orari vengono rispettati.


La costanza

Come per tutte le attività del bilinguismo, la costanza è il vero segreto del successo. Cercate di creare un momento dedicato ai vostri cartoni preferiti. Io vi consiglio di evitare le ore serali siccome la luce della televisione può compromettere la qualità del sonno. Un ottimo momento potrebbe essere il dopo pranzo.


E voi quali programmi guardate? In che lingua? Commentate numerosi!


#tv #television #televisione #bilinguismo #bilinguismoinfantile #biculturalismo #inglese #ingleseperbambini #english #englishforkids

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Il sito  è proprietà di MG Professional Linguistic Services

di Galli Marta - C.F.: GLLMRT90H47E507G P.Iva: 03269980136